2 semplici mosse per riconoscere i vari tipi di sake

 

Ci sono molti tipi di Sake. Conoscerli  vi permetterà di indovinarne il gusto e determinare la temperatura di servizio ideale. Gli 8 tipi di Sake Base sono chiamati Sake Premium, o Tokubetsu Meisho Shu in giapponese.

8 tipi sono troppi? Non preoccupatevi, semplifichiamo tutto. In breve, i tipi di Sake sono classificati dal grado di raffinazione del riso e dal fatto che ci sia alcool aggiunto. Diamo un’occhiata all’infografica del sito sake-talk.com  sui tipi di Sake!

2 semplici mosse per riconoscere i vari tipi di sake

L’immagine qui sopra vi darà l’idea base sulla classificazione dei Sake. Ecco maggiori dettagli

  1) Percentuale di levigatura 

Più il riso è levigato, più pulito tende a diventare il gusto del Sake. Se è meno raffinato avrà un gusto più grezzo e meno profumato.

Il sake è prima classificato in base a quanto il riso viene raffinalo (levigato). La percentuale di levigatura  (in giapponese, Seimai Buai /精米歩合) si riferisce a quanto di un chicco di riso rimane dopo il processo di levigatura. Quindi se parliamo di Seimai Buai del 60% intendiamo che il 40% del chicco originale viene asportato con la levigatura.

Riassumendo:

  • Meno del 50%: Daiginjo, Junmai Daiginjo
  • Meno del 60%: Ginjo, Junmai Daiginjo, Tokubetsu Junmai, Tokubetsu Honjozo
  • Meno del 70%: Honjozo
  • Non specificato: Junmai

  2) C’è alcool aggiunto?

Al sake, allo scopo di regolare il gusto si può aggiungere dell’alcool distillato(per renderlo più pulito).

Il sake senza alcool distillato ha il prefisso di ‘Junmai (純米)’ prima del loro nome. Junmai in giapponese significa letteralmente ‘puro riso’ . L’alcool distillato si chiama ‘Jozo aruko-ru (醸 造 ア ル コ ー ル)’.

Riassumendo:

1. alcool distillato NON aggiunto:

Junmai Shu (純 米酒), Junmai Ginjo (純 米 吟 醸), Junmai Daiginjo (純 米 大 吟 醸), Tokubetsu Junmai (特別 純 米).

Tende ad assere ricco, sapido, granuloso.

2. alcool distillato aggiunto:

Ginjo (吟 醸), Daiginjo (大 吟 醸), Honjozo (本 醸 造), Tokubetsu Honjozo (特別 本 醸 造).

Tende ad avere un gusto più pulito.

Si prega di notare che l’aggiunta di alcool, non è necessariamente un male. Molti sake premium hanno alcool distillato aggiunto.

 

3 tipi di aroma e sapore


Questi 8 tipi di Sake possono essere approssimativamente suddivisi in 3 tipi di aroma e sapore:

1.Ginjo: Corpo leggero e aroma fragrante

Include: Daiginjo, Junmai Daiginjo, Ginjo e Junmai Ginjo.

Caratteristica principale: corpo leggero, pulito, fragrante e fruttato. Il suo aroma fruttato di mela e banana è una peculiarità del ginjo ed è attribuibile alla fermentazione a bassa temperatura.

La temperatura di servizio consigliata è: Freddo.

Il ginjo è spesso chiamato premium sake in quanto tende ad essere più costoso rispetto ad altri tipi di sake.Perché è costoso? Perché il rapporto levigatura è molto basso (cioè si deve asportare quasi la metà del chicco integrale) e richiede un lavoro più duro, sensibile e qualificato.

2. Honjozo: Corpo leggero e aroma sottile

Include: Honjozo Sake e Tokubetsu Honjozo.

Viene agginto alcool distillato per dare un gusto pulito al sake.

La temperatura di servizio consigliata è: Caldo e Freddo.

3. Junmai: Corposo e aroma sottile

Include: Junmai Sake (e Tokubetsu Junmai).

Caratteristica principale: Ricco, sapido, corposo, aroma sottile. Nonostante l’aroma sottile il junmai tende ad avere un gusto sottile di riso, il vero gusto di Sake. 

La temperatura di servizio consigliata è: caldo e ambiente. Savory, aroma di riso come si apre quando servito caldo. Il gusto originale di Sake può essere meglio apprezzato a temperatura ambiente (a modo mio preferito!).

Come spiegato sopra, tipo Junmai non ha distillato alcol in esso.

Le insidie..


Ci sono un paio di insidie (o meglio, complessità) di cui tenere conto ​ quando si sta imparando a riconoscere i vari tipi di sake.

1. Tokubetsu Junmai e Tokubetsu Honjozo

Tokubetsu Junmai e Tokubetsu Honjozo hanno una percentuale di levigatura  inferiore al 60% – come Ginjo e Junmai Ginjo. Ma le loro caratteristiche sono molto diverse dal ginjo aromatico.

Il tokubetsu junmai è a metà tra honjozo e junmai. ‘Tokubetsu’ significa letteralmente ‘speciale’. Poiché i tokubetsu sono ‘speciali’, nel metodo di produzione o in altre caratteristiche.

2. Nessun aroma e sapore fisso

Questi 8 tipi di Sake hanno il loro aroma e sapore tipico (come descritto sopra).Ma questi possono cambiare. Ad esempio, in alcuni sake ginjo non troviamo il tipico profumo fruttato, mentre alcuni sake junmai non sono così saporiti come i classici junmai.

Questo è il motivo per cui non si può essere sicuri al 100% del gusto del sake semplicemente leggendo l’etichetta.Questa è la parte complicata ma anche  bella del sake, forse simile al vino?

Ogni Sake è unico, si può intuire di cosa si tratta  leggendo l’etichetta, si può essere sicuri al 100% solo dopo avere provato!

Altri tipi di Sake?


Naturalmente, i tipi di Sake non sono solo 8. Ne esistono altri come il nama il genshu il nigori, ecc…

 

 

 

 

Credits:

Testo ed immagini: www.sake-talk.com

Traduzione: www.milanosake.it

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento