I Sake della Milano Sake Week 2015

foto-brand

La temperatura tropicale di questi giorni non è riuscita a placare la mia voglia  di seguire gli appuntamenti della Cascina Cuccagna teatro della Milano Sake Week. L’associazione Sake on the Table della signora Makiko Tejima ha portato una selezione di 13 sake proposti in abbinamento a cibo Italiano che ha attiraro una gran moltitudine di pubblico.

Non vi parlerò della ormai famosa Hakutsuru perché di facile reperibilità, vi dirò solo che era presente con il loro classico range di 4 tipi, Hakutsuru-Nisiki ( Junmai Dai  Ginjo), Superior ( Junmai Ginjo), Yamada-Nishiki ( Tokubetsu-Junmai) che è quello che mi è piaciuto di più, per passere in fine al loro Nigori, il Sayuri.

Ottimi sake che possono accontentare tutti quelli che per la prima volta (e non solo..) si avvicinano al mondo del Nihonshu.

Tra i banchetti delle varie Kura intervenute scorgo una bottiglia a me conosciuta quella del Junmai Ginjo della Urakasumi, lo Zen. lo assaggio assieme al Mr. Saura, 13° generazione proprietaria della Urakasumi. Resto stupito dalla struttura e dal finale lungo, lo vedo bene con i piatti di pesce crudo come il sashimi, d’altronde la Kura si trova a Shigama, città di mare nella prefettura di Myagi dove abbonda il pesce fresco e di conseguenza anche i ristoranti di sushi.

j-ginjo_junmai_en

Junmai Gingo Urakasumi Zen

 

Dopo provo il loro Junmai-shu fatto con riso Manamusume raffinato al 65%, bilanciato e pulito, anche lui leggermente fruttato.

Junmai-shu Urakasumi

Junmai-shu Urakasumi

 

Passo poi alla più giovane ( 1871) della Kura presenti, la Gokyo e hai suoi 5 ponti che ci vengono mostrati dal simpatico presidente Mr. Hideki Sakai. Lui ha portato un solo tipo di sake, un buonissimo a mio avviso Junmai, il Gokyo Junmai-shu. Mi piace tanto l’aroma di banana e melone che emana e il suo gusto pulito.

Gokyo junmai-shu

Gokyo Junmai-shu

 

Prossima postazione e prossimo sake, questa volta si tratta del Kinkon Juemon della Toshimaya di Tokyo, un Junmai molto profumato che ha una particolarità, quella di essere non diluito chiamato quindi Genshu. La gradazione alcolica è di circa 17/17.9% più alta della media dei classici sake già assaggiati.

 

Kinkon Juemon

Kinkon Juemon

 

TsuKasabotan dal 1603 produce dell’ottimo sake che ha come prerogativa quella di essere secco e bilanciato ed infatti il loro

Senchu Hassaku è così. Un Jumai-shu fatto con 4 varietà di riso diverso raffinate al 60% con un gusto fresco, una texture liscia e un finale pulito.

Tsukasabotan Senchu Hassaku Junmai

Tsukasabotan Senchu Hassaku Junmai

 

Infine vi parlo della più giovane tra le Kura intervenute alla manifestazione, la Ichinokura della prefettura di Miyagi. Mi intrattengo con Mr. Hitoshi Suzuki e da lui assaggio prima il suo Special Ichinokura Tokubetsu Junmaishu, fatto con Sasanishiki e Kuranohana raffinati al 55% che mi risulta complesso, secco  e ben bilanciato. Passo poi ad una sorpresa per il mio naso e il mio palato, si chiama Ichinokura Himizen un Futsu-shu che di ordinario a mio modesto avviso ha poco. Fruttato e beverino si presenta con sentori freschi agrumati, la bassa gradazione alcolica 8% ottenuta bloccando la fermentazione alcolica lo rendono piacevole in tutte le occasioni.

 

Ichinokura Tokubetsu Junmashu Karakuchi

Ichinokura Tokubetsu Junmashu Karakuchi

Ichinokura Himezen

Ichinokura Himezen

 

Vi lascio con qualche foto della manifestazione e vi rimando all prossimo anno con la speranza personale di vedere sempre più produttori e curiosi uniti insieme dalla passione per il sake, Kampai!

 

 

Contatti:

Sake on the Table

Meimonshu

Hakutsuru Sake

Gokyo

Tsukasabotan

Toshimaya

Ichinokura

Urakasumi

 

Hakutsuru Team

Hakutsuru Team

 

Urakasumi  Mr. Koichi Saura

Urakasumi Mr. Koichi Saura

Gokyo Mr. Hideki Sakai

Gokyo Mr. Hideki Sakai

Mr. Eisuke Lida della Japan Prestige Sake Association

Mr. Eisuke Lida della Japan Prestige Sake Association

Ichinokura Mr. Hitoshi Suzuki

Ichinokura Mr. Hitoshi Suzuki

Milanosake con Mr. Koichi Saura

Milanosake con Mr. Koichi Saura

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento