ALLA SCOPERTA DELLE PAROLE DEL SAKE

A

Acidità
Misura del livello di acidità nel sake.

Alcol in Percentuale
Una misura di quanto alcol è contenuto nel sake espresso come percentuale del volume totale. Di solito e’ simile a quella del vino, intorno al 15-16%, mentre per i Sake alla frutta (come l’Umeshu e altri) e’ intorno a 8-10%.

Amakuchi
Una parola che descrive il sapore dolce del Sake.

Amazake
Tradotto letteralmente, “amazake” significa “dolce sake”. Si tratta di una bevanda densa, spesso dolce comunemente servita nei santuari shintoisti per celebrare il nuovo anno. Ha poche (o nessuna) traccia di alcol.

Arabashiri
Quando il sake è pronto per la pressatura viene posto nella Yabuta (o Fune) dove vengono separati solidi (riso) dall’alcool. In questa operazione la parte del sake che cade per gravità prima di qualsiasi pressione viene chiamato Arabashiri.
Arabashiri viene tradotto come di “prima corsa” o “corsa grezza”.

Aruten
Sake che viene fortificato con l’aggiunta di alcol. Aruten è il contrario di Junmai.

Aspergillus Oryzae
Nome scientifico per il fungo Koji utilizzato nella fermentazione del Sake.

Atsukan
Temperatura del sake molto calda. Normalmente con Atsukan si intende una temperatura attorno ai 50°C.

B

Brewer’s Alcohol
Alcol distillato aggiunto al sake. L’alcol viene aggiunto con lo scopo di aumentare l’aroma e accentuare il sapore del sake, non per aumentare il grado alcolico del sake stesso. Nel caso di sake di bassa qualità come il “futushu” o “Sake da tavola”, l’alcol aggiunto può provenire dall’azienda di produzione, aggiunto in quantità maggiori per aumentare la resa. Questo alcol si chiama Jozo Arukoru in giapponese.

C

No words in C

D

Doburoku
E’ il sake fatto in casa, poco rifinito, poco costante nel tempo. Da Da alcuni anni ne è stata vietata la produzione.

E

No words in C

F

Fukurozuri
Fukurozuri è il modo di separare la parte solida del riso dal sake. Il sake ancora sparso nel liquido e in poltiglia viene messo in sacchi che poi vengono appesi, il liquido viene filtrato dalla tela dei sacchi e per gravità cola letteralmente separandosi dalla parte solida. Non viene applicata alcuna pressione. Questo metodo tradizionale crea un costoso ed elegante sake conosciuto come Shizuku.