SSA Certified Sake Sommelier Course

Questa settimana ha segnato una svolta netta nel mio percorso di studio del Sake. Mi sono infatti recato a Londra per partecipare al corso di Sake Sommelier Certificato, tenuto dalla SSA (Sake Sommelier Association) e sostenere l’esame di certificazione al ruolo.
Iniziamo parlando brevemente di cos’è la SSA:
L’associazione è stata creata da Xavier Chapelou e Kumiko Ohta. Il primo è uno dei Sake Sommelier più importanti al mondo, la seconda è una vera e propria autorità per quanto riguarda l’educazione alla cultura del Sake e giapponese più in generale, avendo contribuito in maniera significante alla loro diffusione in Europa.
Il corso organizzato dalla SSA è strutturato in maniera molto precisa e puntuale: si sviluppa in due giorni, nel quale vengono affrontati tutti gli argomenti necessari alla completa conoscenza di base del tema, dalla storia, alla produzione, fino alla degustazione e il food pairing.
In conclusione a questi due giorni è presente un esame, molto impegnativo, composto da una parte di teoria, alcune domande aperte più libere, riguardanti il ruolo del mestiere di Sake Sommelier e di rielaborazione dei temi trattati, e per ultimo una parte di blind tasting composta da due richieste: uno spoon tasting e un Sake tasting vero e proprio.
Non è assolutamente scontato il superamento dell’esame a seguito del corso, con uno standard minimo richiesto molto alto, per mantenere credibilità e prestigio al titolo acquisibile.
L’ambiente in cui viene svolto il corso è una suite dell’Hotel Millenium a Mayfair, sicuramente stimolante ed adatto alle esigenze della Associazione, fornendo un supporto adeguato alla attività degli organizzatori.
La cura di ogni minimo particolare è evidente, così come l’eleganza delle persone coinvolte: tanti piccoli gesti fanno capire come l’esperienza offerta sia curata con grande attenzione.
Per quanto riguarda il background dei partecipanti è evidente come le persone maggiormente attratte dal corso siano Wine Sommelier e professionisti del settore hospitality, principalmente dal Regno Unito, che cercano di espandere i propri orizzonti verso un prodotto sempre più in voga in Europa.
Tutti questi elementi hanno contribuito a creare un ambiente stimolante e altamente professionale, con la conseguenza evidente che il carico di “lavoro” in rapporto al tempo a disposizione non risulta eccessivo, al contrario rappresenta una sfida con la quale confrontarsi nel migliore dei modi.
Una menzione importante va fatta riguardo alla possibilità di sostenere il corso in Italia: ad inizio 2016, il corso verrà riproposto a Milano (dopo che era già stato organizzato presso il ristorante Zero nel 2014) grazie a una collaborazione tra la SSA e Lorenzo Ferraboschi di SakeCompany, che riporterà il corso nel nostro paese. Chiunque fosse interessato può, tramite sakecompany, rimanere informato sulle news riguardanti il progetto, che sicuramente manterrà gli standard di quello inglese, grazie alle sinergia tra le parti coinvolte.
Il mio consiglio è sicuramente quello di provare una esperienza simile, che in poco tempo concede la possibilità di venire in possesso di una certificazione importante, oltre a far crescere culturalmente e professionalmente chiunque vi partecipi.

Vi aggiorneremo sul corso in Italia, nel frattempo spero possiate trovare interessante quanto raccontato in questo articolo.

Alla prossima e… KAMPAI!

 

LINK:

SSA Certified Sake Sommelier Course (SakeCompany)

LA GALLERY FOTOGRAFICA DEL CORSO A LONDRA

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento